Macelleria Ferro | Chi Siamo
11
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-11,theme-bridge,woocommerce-no-js,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,columns-4,qode-theme-ver-17.0,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive
 

Chi Siamo

Macellai dal 1941

La storia della Macelleria Ferro nasce nel 1941, quando Bartolomeo Ferro con la moglie Iolanda aprivano l’attività a Castel Del Bosco (frazione di Roure).

 

I paesi di montagna a quei tempi avevano numerosi abitanti e la macelleria era, assieme al panettiere e al verduriere, uno dei negozi più importanti: un vero centro di incontro per il paese. Il lavoro era tanto e faticoso e Giovanni, ancora “bocia” (ad appena 10 anni), iniziò ad aiutare papà e mamma…

Macellai dal 1941

La storia della Macelleria Ferro nasce nel 1941, quando Bartolomeo Ferro con la moglie Iolanda aprivano l’attività a Castel Del Bosco (frazione di Roure).

 

I paesi di montagna a quei tempi avevano numerosi abitanti e la macelleria era, assieme al panettiere e al verduriere, uno dei negozi più importanti: un vero centro di incontro per il paese. Il lavoro era tanto e faticoso e Giovanni, ancora “bocia” (ad appena 10 anni), iniziò ad aiutare papà e mamma…

Fu così che per anni gli abitanti di Roure (ma non solo), mangiarono l’ottimo filetto, le rolate, i salami e la salciccia della macelleria.

 

Giovanni intanto nel 1977 si sposò con Gemma e insieme decisero di aprire una nuova macelleria … ad Abbadia Alpina(frazione di Pinerolo), intanto Bartolomeo e Iolanda proseguirono l’attività a Roure fino al 1985 (per ben 44 anni).  La nuova macelleria, era nel centro storico di Abbadia, vicino alla Chiesa, all’ala, ai negozietti di alimentari e al bar. Di fianco al negozio Giovanni aveva anche il mattatoio privato in cui macellava direttamente gli animali.

 

E così che tra gli abbadiesi… chi voleva la carne fresca, chi la voleva tagliata un po’ sottile, chi preferiva quella bella spessa, chi voleva la salsiccia poco speziata, chi voleva la trippa da fare con le cipolle…. andava da “EL Maslè’ d la Badia”.

 

Nel 1999 con la moglie Gemma ci fu l’idea di vendere, oltre alla carne, anche agnolotti e insalata russa. Gli agnolotti venivano (e vengono tuttora) fatti a mano: Ester (la cugina di Giovanni) faceva e tirava la pasta fresca, poi uno a uno venivano riempiti con il famoso “cumaut” (carne di vitello cotta in padella con spinaci e spezie).

Gemma e Giovanni aiutati, oltre che da Ester anche dalla figlia Monica, iniziarono poi a introdurre via via altri piatti della cucina piemontese tra cui il vitello tonnato, la Pasta al forno, la bagna cauda ecc. e su richiesta anche degli abbadiesi hanno man mano incrementato i piatti e le specialità.

 

Il lavoro, nonostante l’apertura di grossi supermercati nel circondario, è via via aumentato e ora Govanni e Gemma sono aiutati dal figlio Davide, dalla sua fidanzata Giulia, dalla commessa Laura, e da Armando (fratello di Giulia).

 

La cucina, prima piccola, ora è diventata un vero e proprio laboratorio in cui tutti i piatti della gastronomia vengono fatti a mano, utilizzando prodotti di ottima qualità e mantenendo quella cura che solo i piatti “fatti in casa” hanno.

 

Così abbadiesi e  non abbadiesi, nella  macelleria – gastronomia Ferro trovano la carne del Maslè, le prelibatezze della gastronomia e … come una volta a Roure… un posto di incontro e di amicizia.